Sesamum in Myanmar

0

Sviluppo economico sostenibile della agricoltura di Magway

Il sesamo è un alimento nutriente e gustoso che concorre a rinforzare il sistema immunitario e che grazie al suo alto contenuto di calcio e di omega 3 è un utile coadiuvante nella cura dell’osteoporosi e delle malattie cardiovascolari. Per i contadini del Myanmar ha inoltre un peso molto importante in quanto significa anche nuove opportunità economiche e di sviluppo rurale. L’economia birmana è essenzialmente agricola: il settore occupa il 60% del PIL e impiega il 65% della forza lavoro.

Nonostante ciò, il settore risulta essere particolarmente debole: le rese agricole sono scarse a causa delle arretrate tecniche produttive, la diversificazione dei raccolti è quasi inesistente e l’infrastruttura a supporto dei piccoli agricoltori del tutto carente, causando la progressiva marginalizzazione di quest’ultimi.

Il progetto Sesamum, finanziato dalla Cooperazione Italiana e avviato ai primi di marzo, si inserisce proprio in tale ambito, in quanto intende supportare i coltivatori e le coltivatrici di sesamo, e facilitare così un riposizionamento nella catena del valore, permettendo loro di migliorare i margini di profitto e, in ultima istanza, il reddito. Un’attenta analisi dell’economia del Myanmar che Progetto Continenti ha realizzato grazie alla sua presenza nell’area fin dal 2003, ha individuato il sesamo come l’alimento coltivabile con maggiore potenzialità per alleviare la povertà locale. Attualmente interessa il 19% dei territori coltivati nella regione e, in virtù dei bassi costi d’investimento per la produzione, coinvolge il settore più marginale degli agricoltori dell’area, in particolare i nuclei familiari a guida femminile.

Attraverso il progetto Sesamum intendiamo raggiungere 1.850 famiglie di contadini, la metà delle quali proprio a guida femminile, in qualità di beneficiari. I prodotti derivati del sesamo sono ad alto valore aggiunto, di facile produzione e hanno un mercato in forte crescita, sia livello mondiale che locale, poiché attualmente il Myanmar importa il 29% di oli vegetali dall’estero a causa di una produzione interna insufficiente; il mercato mondiale, infine, è in costante ascesa a causa delle caratteristiche nutrizionali dell’olio.

Obiettivo del progetto:

– migliorare l’accessibilità all’approvvigionamento d’acqua, condizione di base per la coltivazione del sesamo;

– avviare programmi di formazione sulle buone pratiche agricole per i coltivatori e le coltivatrici, raggruppandoli in associazioni di base nei villaggi o in gruppi di villaggi;

– rafforzare la filiera produttiva del sesamo con la costituzione di un centro di trasformazione del sesamo per la produzione sostenibile ed ecocompatibile dei derivati del sesamo, come l’olio, il tahini ed altri sottoprodotti, garantendo inoltre una migliore accessibilità ai mercati più vantaggiosi.

Seleziona la tua donazione

  • Backers

    Finanzia l'alimentazione di un bambino dell'asilo per un mese

  • Backers

    Sostieni il fornimento di un servizio di supporto psico-sociale a una donna

  • 1 Backer

    Sostieni tutte le spese per le attività della clinica per una settimana