Centro Blein – progetti n° E8 & E9

2

Progetto Continenti è presente ad Hawassa dal 2005. Hawassa in quegli anni era una tipica città africana di medie dimensioni che da lì a poco avrebbe mostrato tutta la sua complessità e la sua vocazione ad ingrandirsi ed allargarsi a

dismisura.

Awassa apr 07 - 011a bisQuello dell’urbanizzazione “selvaggia” è un fenomeno presente in moltissime realtà del sud del mondo: si assiste cioè all’abbandono delle aree rurali di intere popolazioni che emigrano cercando nel “miraggio urbano” nuovi orizzonti e nuove possibilità di sopravvivenza, ma che poi vivono nuove povertà e nuove diseguaglianze tutte “cittadine”.

Le autorità locali, per le crescenti necessità a livello socio-sanitario ed economico della città, ci hanno richiesto di essere presenti e di avviare un progetto di ampie dimensioni che rispondesse alle diverse esigenze e problematiche legate ai quartieri periferici della città in forte espansione.

Dopo la firma di un accordo quadro con l’amministrazione cittadina e l’assegnazione di un terreno di 1,5 ettari nel quartiere periferico di Tabor ad Hawassa, Progetto Continenti ha quindi avviato e realizzato un programma pluriennale e multi settoriale, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle comunità presenti nel quartiere, con particolare attenzione verso le donne più svantaggiate e verso i tantissimi bambini residenti nel Tabor.

Il quartiere infatti testimonia il forte contrasto tra un innegabile sviluppo economico urbano e la presenza di grandi sacche di povertà estrema.

Il Centro Blein è diventato operativo nel 2006. Il nome “Blein” in amarico significa “iride”, la parte dell’occhio che gli Etiopi considerano più preziosa.

La storia del Centro Blein ha visto un percorso costante e fedele condotto con la popolazione locale e che si è focalizzato su attività e servizi che rispondessero ai diversi bisogni espressi dalla comunità. Attualmente collaboriamo con le ONG etiopi JeCCDO e Shiny Days.

Il Centro sorge in un appezzamento di terreno piuttosto grande, nel cuore del quartiere Tabor e quindi facilmente accessibile e aperto a tutti durante la giornata. E’ composto da un centro di salute, un grande tukul, piccole strutture polifunzionali, un asilo, spazi coltivati con piccoli orti comunitari e ampi spazi ricreativi.

et15Per garantire il diritto alla salute alla comunità, il Centro Blein ha un piccolo ma funzionale Centro di salute che offre, con un’apertura diurna molto ampia (e reperibilità notturna), un poliambulatorio con servizi sanitari di base e di pronto soccorso, assistenza pediatrica, una sala per il travaglio e per il parto, attività di pianificazione familiare e di educazione sanitaria su temi quali l’alimentazione, l’igiene e le pratiche nocive, un laboratorio di analisi, vaccinazioni, test sanitari in loco e presso diverse comunità e realtà più periferiche.

Per rispondere al bisogno delle mamme del quartiere (spesso capo-famiglie sole) di poter lavorare per provvedere alle esigenze familiari sapendo di poter affidare i loro bambini più piccoli ad una realtà che si prenda cura di loro, abbiamo costruito un asilo spazioso e funzionale che accoglie ogni giorno 70 bambini dai 3 ai 6 anni, a tempo pieno, fornendo loro il pasto e dove possono essere accolti in un ambiente sicuro e stimolante per la loro crescita.

Le maestre dell’asilo utilizzano il metodo educativo Montessori. E’ inoltre attivo un servizio di supporto psico-sociale per donne in estrema difficoltà o vittime di violenza che eroga anche piccoli contributi economici per affrontare emergenze: l’acquisto di medicinali o cibo, il pagamento dell’affitto dell’alloggio e l’avvio di piccole attività generatrici di reddito attraverso micro-crediti.

Infine, mettendo in gioco la propria competenza e creatività, il gruppo dei giovani del Centro Blein si impegna a favore della collettività realizzando, attraverso spettacoli di teatro di strada e di educazione popolare, percorsi educativi e formativi su tematiche di promozione sociale quali la prevenzione dell’Aids e l’abbattimento di pregiudizi sessuali e culturali.

Le giornate e le attività del Centro sono coordinate da uno staff di operatori locali etiopi, accompagnati da un capo progetto italiano, che vive, come loro, ad Hawassa. Attualmente si sta definendo una nuova modalità di collaborazione con il partner locale JeCCDO in termini di una sua maggiore titolarità e responsabilità nella gestione del Centro Blein e dei diversi servizi offerti, nell’ottica da sempre perseguita da Progetto Continenti di autosviluppo dei popoli.

Seleziona la tua donazione

  • Backers

    Finanzia l'alimentazione di un bambino dell'asilo per un mese

  • Backers

    Sostieni il fornimento di un servizio di supporto psico-sociale a una donna

  • 1 Backer

    Sostieni tutte le spese per le attività della clinica per una settimana