I giorni di Pimonte, Pimonte (NA) 24-25/9/2016

1

Dal Gruppo Locale di Vico Equense:

“Sono stati momenti intensi e partecipati (50 persone in forma residenziale e 17 persone pendolari) .Una partecipazione attenta e motivata dal voler entrare negli argomenti proposti e anche inediti per tante persone presenti.

Sanamente curiosi anche i giovani presenti, molti dei quali persone con cui stiamo facendo un percorso di riflessione organica che ha come sfondo e speranza di costituire, nel tempo, “Un’impresa sociale” con Progetto Continenti in risposta ai bisogni locali e in risposta a un modello nuovo e concreto di Economia Solidale (è la nostra attuale speranza).

Sono stati momenti interessanti per aver incontrato alcuni soci o amici di Progetto Continenti di Napoli, di Pozzuoli, di Casoria, di Sorrento, di Vico Città e delle sue frazioni, di Castellammare, e di Bitonto poi la Presenza del Direttore Sergio con la moglie Paola e del Presidente Giuseppe.

Argomenti interessanti, concreti ed estremamente attuali:
“Il Contrasto alla Povertà nella legge di stabilità 2016 e l’Imprenditoria Sociale” e “Un mondo diverso, oggi, è necessario”.
I due comunicatori: dott. Ciro Grassini e il Pres. Giuseppe Florio, dopo attente analisi sulla situazione circa una povertà crescente in Italia e nel mondo, dopo ever sottolineato il fallimento crescente di questo tipo di Economia e la complessità della società in cui viviamo in un sistema globalizzato ci hanno narrato con molta determinazione, delle prospettive di speranza che:

1. Si intravedono nella “filosofia che avvolge questa legge e che sono presenti nella legge stessa: lo sguardo più attento alla persona, la conoscenza delle nuove povertà, il concreto sostegno economico per le categorie di persone più povere (SIA), anche se ancora limitato, un aiuto come possibilità di accompagnamento alla persona attraverso vari controlli, l’attenzione ai bambini per superare la dispersione scolastica, concessione di soldi, controllati attraverso una Card, che si può utilizzare solo per acquisti di beni di prima necessità, l’attenzione ai diversamente abili, alle famiglie numerose; tutti questi interventi affidati agli enti locali in collaborazione con Associazioni, Enti privati, persone impegnate nel mondo del sociale.
E così la presenza di nuovi investimenti per la Cultura, per i giovani, per lo sviluppo del lavoro sociale dove una possibile finestra è proprio “L’Imprenditoria Sociale”.
Certo sono piccoli segnali positivi in cui si legge come la situazione attuale spinge la politica e le istituzioni a ripensare in modo nuovo la società.

2. Lo sguardo sulla Economia Mondiale e sulle politiche italiana e internazionale, così in difficoltà e in crisi, ci spinge a pensare per creare una cultura nuova perché , sempre più, tutti abbiamo bisogno e sentiamo la necessità di un “Mondo diverso”.
E noi che abbiamo scelto una vita Solidale, che non è la beneficenza, dobbiamo avere uno sguardo attento e universale.

Da diversi studi seri sull’Economia Mondiale e dai vari rapporti internazionali risulta una crescita esponenziale della ricchezza nel mondo che oggi è nelle mani di 62 persone mentre i poveri e i miseri aumentano sempre più.

Questo tipo di Economia non ci salva. Il Neo-liberismo è stato fallimentare perché rende il mondo INUMANO, sia in casa nostra che in tutto il mondo.
Il primo comandamento dell’Economia non può essere il PROFITTO ma rendere le persone più rispettose della propria UMANITÀ attraverso un lavoro diffuso, per tutti, dignitoso, un’Economia condivisa, solidale: rispettosa dei DIRITTI.
Oggi i giovani sono più poveri dei nonni, sono dipendenti dai nonni e questo è gravissimo, uccide il presente e nega il futuro.

Noi dobbiamo guardare ai giovani perché si sviluppi in loro una cultura nuova, solidale, attenta ai diritti si da realizzare imprese dove il primo scopo non sia il profitto ma un lavoro per far crescere la persona nelle giustizia e nella dignità.

Perché cresca questa cultura è necessaria una SPIRITUALITÀ: una forza e dei valori in cui si crede… una forza interiore, altrimenti si rimane schiacciati da questa realtà di terribile male.
Per i credenti il “Regno di Dio” è capire che ora, adesso possiamo creare una realtà che vince il male, che crea realtà nuove; ora possiamo affrontare il mondo con un impegno concreto, vivo; navigare contro corrente, porre una forza positiva nel mondo che riesce a passare oltre il male.

Come le prime comunità è necessario mettersi insieme per creare una novità che supera una struttura di male. Siamo chiamati a proporre concretamente uno stile di vita sociale nuovo, uno stile di vita personale nuovo, un’economia nuova dove sia la persona il centro, la comunità il riferimento, il rispetto dei diritti di tutti la meta.
Un’Economia per l’uomo, come dice Stiglitz… una Economia felice come affermano, oggi, tanti economisti.

L’incontro ha vissuto momenti di revisione dei gruppi, di domande e condivisioni, di buona musica napoletana, di preghiera nella Eucarestia dell Domenica , di buoni pranzi e di una simpatica gita ad Amalfi guidati da una giovane guida.

Vogliamo continuare questo cammino culturale, vogliamo condividere con tutti gli amici dell’ Associazione Progetto Continenti, vogliamo che concretamente la nostra SOLIDARIETÀ non sia solo un concreto aiuto ai tanti progetti , cosa molto utile, ma sia un movimento che “ci unisce” per una trasformazione culturale che nasce dal desiderio di realizzare oggi, dei forti segni: lievito che collabora alla realizzazione di un mondo diverso da quello che viviamo.

A questo proposito il gruppo locale di Vico Equense ha sintetizzato questa grande speranza realizzando una nuova GRAFICA su una nuova maglietta (già revisionata e rimodellata secondo le osservazioni ricevute dal Gruppo di Bitonto). Potrebbe essere utile per tutti i gruppi.
Il Tema centrale del nostro incontro ha fatto pensare ad un logo che a noi è sembrato interessante e che presto vi invieremo.

Saluti da tutti noi e buon lavoro a tutti.
Il Gruppo Locale di Vico Equense.

Rispondi

Seleziona la tua donazione

  • Backers

    Finanzia l'alimentazione di un bambino dell'asilo per un mese

  • Backers

    Sostieni il fornimento di un servizio di supporto psico-sociale a una donna

  • 1 Backer

    Sostieni tutte le spese per le attività della clinica per una settimana