Aggiornamenti sul Centro Sangkheum | Progetto Continenti

1

Il Centro Sangkheum ospita al momento una quarantina tra bambini/e e ragazzi/e di diversa origine e con diverse necessità.

Nei casi in cui se ne sia provata la reale e concreta possibilità, alcuni di loro sono stati reinseriti nelle famiglie di origine e vengono regolarmente seguiti e sostenuti anche attraverso la copertura delle spese scolastiche, di alcune integrazioni alimentari e delle spese mediche. Ad oggi si sta valutando il potenziale reinserimento per 5 bambini/e o presso i genitori o presso familiari come zii e fratelli maggiorenni.

L’età all’interno del Centro si sta inesorabilmente alzando e molti bambini/e che sono cresciuti con noi, ora stanno cercando di diventare “adulti” coraggiosi, dinamici e seri. In un’età così delicata come l’adolescenza, si cerca quindi di rafforzare le loro abilità e potenzialità con strategie educative e formative adatte a loro perché tutti loro possano avere i mezzi e le risorse personali necessarie per far fronte ad un mondo “adulto”, in continuo e veloce cambiamento. I ragazzi che ad oggi fanno parte dei nostri programmi Pre-Giovani Adulti e Giovani Adulti hanno davanti la sfida non facile di misurarsi consapevolmente e responsabilmente con un mondo complesso e che offre, parallelamente, opportunità e rischi.

Hanno già preso la strada per una semi-indipendenza i primi otto ragazzi/e del Pre-Giovani Adulti, che vivono all’esterno del Centro: questo ha comportato l’acquisto partecipato di oggetti necessari alla sopravvivenza e il trasloco e la sistemazione nei nuovi ambienti.

Questi ragazzi e ragazze, la mattina proseguono i loro studi scolastici in scuole vicino all’abitazione e, ritornati a casa, apprendono come prendersi cura di sé e degli spazi in condivisione con gli altri coinquilini. Tale programma permette ai giovani di sperimentare e consolidare una loro responsabilità e di uscire da quel “bozzolo” (necessario ed utile) in cui sono cresciuti all’interno del
Centro.

Il nostro appoggio è assicurato tramite la vicinanza e l’attenta e paziente supervisione di un operatore sociale che monitora rischi, abilità e bisogni del piccolo gruppo e di ogni singolo componente.

Tra i Giovani Adulti c’è invece chi vince borse di studio e chi deve ripetere l’anno, chi studia per diventare ingegnere o infermiere e chi, invece, ha preferito iniziare a lavorare. Ma a prescindere dalle singole scelte effettuate, per tutti si è manifestata l’opportunità di iniziare a crescere e a maturare in autonomia e di rafforzare la propria autostima e la propria sicurezza.

Per alcuni ragazzi a Dicembre prossimo è prevista l’uscita definitiva dal Programma di accompagnamento e quindi sono indirizzati a organizzarsi praticamente per un futuro immediato completamente autonomo (trovare un’occupazione, cercare casa in autonomia e orientarsi su ciò che più li rende felici e realizzati).

Il lavoro concreto di tanti anni con loro, in un certo senso finisce e il loro “volo” autonomo sarà per tutti noi una vera cartina tornasole!

Per i residenti e i non residenti al Centro proseguono le attività ludiche e formative e quelle di sostegno costante ai singoli piccoli ospiti.

C’è poi un aspetto certamente non marginale ma che merita di essere citato: tramite la collaborazione tra Progetto Continenti, ONG locali e la comunità locale, si sta aiutando una madre sola e con gravi problemi motori, a recuperare l’uso degli arti, prima, e a trovarle un lavoro poi, affinché non sia costretta ad allontanarsi definitivamente dai propri figli.

E’ interessante poi comunicarvi che si è entrati nel programma Goals4Girls, con il quale, in collaborazione con la ONG Globalteer, aiutiamo le ragazze tra i 15 e i 19 anni a rafforzare la propria dignità di genere e ad essere di ispirazione e di incoraggiamento per le generazioni femminili future.

Le prime 19 ragazze partecipanti al programma (di cui 11 provenienti dal Sangkheum) nei 6 mesi di formazione hanno discusso de elaborato considerazioni sul ruolo odierno della donna e sui possibili interventi affinché il valore di “essere donna” possa essere considerato come un beneficio per lo sviluppo della società moderna. Queste giovani donne hanno dimostrato tutto il loro talento concependo, organizzando e gestendo l’evento annuale delle Olimpiadi di Globalteer a Siem Reap con più di mille partecipanti. Questa esperienza positiva continuerà anche nel 2016 con nuove ragazze a cui far scoprire le proprie abilità e le capacità dell’essere donne a tutto tondo.

 

Doni solidali per il Centro Sangkheum

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seleziona la tua donazione

  • 1 Backer

    Finanzia l'alimentazione di un bambino dell'asilo per un mese

  • Backers

    Sostieni il fornimento di un servizio di supporto psico-sociale a una donna

  • 1 Backer

    Sostieni tutte le spese per le attività della clinica per una settimana