Aggiornamenti dal Centro Milflores, marzo, prima parte | Progetto Continenti

0

Un aggiornamento sul progetto in Guatemala, qualche informazione in più sul Centro Milflores e la sua attività

Il Centro Milflores, come da accordi con il Tribunale dei minori, continua ad ospitare bambini/e e ragazzi/e in difficoltà che trovano nel nostro Centro accoglienza un ambiente familiare.

Tra questi vi sono anche giovani provenienti dalle zone limitrofe al Centro che, a causa delle loro condizioni disagiate, risiedono al Centro attraverso la collaborazione instaurata con la Pastoral Social della chiesa locale. La loro permanenza più duratura, rispetto a coloro che anche per brevissimi periodi vengono indirizzati a noi dal Tribunale, ci aiuterà a seguirli con maggior attenzione e cura, facendo sì che si possa donare loro una continuità sia sul piano educativo che su quello formativo (a cominciare da una frequentazione puntuale della scuola).

Tra i bambini ospiti abbiamo avuto due fratellini, di cui uno di 9 anni e sua sorella di 11 che, dopo una permanenza di 7 mesi nel centro e molte udienze in Tribunale, sono tornati a vivere dalla loro mamma.

Altre due ragazze, una di 14 anni e una di 16 anni, sono tornate a vivere nella loro famiglia ad agosto dopo una permanenza di 8 mesi. Attualmente ospitiamo una ragazza di 13 anni, una di 14, due di 15 (un maschio e una femmina), una di 16 e uno di 19 anni. Tutti vanno a scuola, con ottimi voti; abbiamo fornito inoltre sette borse di studio a bambini con famiglie con scarse risorse economiche.

Molta attenzione è data al sostegno psicologico dei nostri ospiti, con il fine di supportarli qualora abbiano vissuto traumi o maltrattamenti e possano acquisire maggiore fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità. Oltre a ciò i nostri ospiti sono costantemente seguiti a livello pedagogico, con un lavoro mirato a rafforzare le loro capacità di relazione e comunicazione interpersonale.

Con il coordinamento di Roberto, il guardiano del Centro, i ragazzi vengono impegnati per circa due ore al giorno nei lavori di manutenzione, cura dell’orto e attività di supporto nella limitrofa finca; tutto ciò ha la scopo di dare continuità alle loro esperienze in agricoltura, iniziate all’interno delle loro famiglie e composte nella totalità dei casi da contadini.

Lo staff si riunisce con cadenza periodica con i residenti per discutere dell’andamento accademico di ciascuno, del comportamento e delle necessità contingenti all’interno del Centro. Si tengono inoltre degli incontri settimanali tra la direzione, le madri educatrici e il guardiano per conoscere l’avanzamento delle attività e le eventuali problematiche, coordinare le attività amministrative e gestionali, con il fine ultimo di un funzionamento ottimale del centro.

Negli ultimi mesi è stato costruito un grande e bellissimo campo da gioco utile per basket, pallavolo e calcetto, a cui possono accedere anche ragazzi residenti fuori del Centro, tra cui i figli di chi lavora alla finca. L’area giochi e i campetti vengono utilizzati per svagarsi e svolgere attività ricreative e di socializzazione all’aperto.

 

A breve pubblicheremo la seconda parte dell’aggiornamento.

Fateci sapere che cosa ne pensate commentando questo articolo tramite il form sottostante; iscrivetevi inoltre al sito o alla newsletter, tramite i form in fondo al sito, per continuare a ricevere informazioni e aggiornamenti sul progetto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seleziona la tua donazione

  • 1 Backer

    Finanzia l'alimentazione di un bambino dell'asilo per un mese

  • Backers

    Sostieni il fornimento di un servizio di supporto psico-sociale a una donna

  • 1 Backer

    Sostieni tutte le spese per le attività della clinica per una settimana